Venezia e Trieste: sulle rotte della ricchezza e della paura

E' il titolo del volume di Nelli-Elena Vanzan Marchini che sarà presentato giovedì 25 maggio, alle ore 17.30, presso la Sala “Bobi Bazlen” di Palazzo Gopcevich.

Trieste e Venezia, vicine e affacciate sullo stesso mare, sono per molti versi simili, ma diverse per le loro scelte politiche e economiche e per i loro assetti istituzionali. La loro storia parallela si snoda tra la ricerca della ricchezza e la paura della morte che, dal 1348, divenne la spettrale clandestina delle navi, seminando pestilenze lungo le rotte mediterranee. Per difendersi dalla peste, la Repubblica seppe inventare originali modelli di isolamento (il primo lazzaretto nel 1423), nonché strategie politiche di prevenzione e di contumacia, che ridussero il rischio epidemico e crearono indotto economico. Nel XVIII secolo, gli Asburgo ingaggiarono una dura concorrenza commerciale sul Mediterraneo. In questo contesto si colloca a Trieste la costruzione del nuovo Lazzaretto fatto costruire da Maria Teresa e solennemente inaugurato nel 1769.

L’accesso alla manifestazione è libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Co-organizzatori


Con la partecipazione di








Sponsor


TOP