Panorami complicati.

Avete mai sentito parlare di Mattio Pirona o di Pasquale Ricci? Sapete qualcosa della spaventosa alluvione del 1754 descritta da una spia veneziana? O di quando alla Serenissima giungevano missive che descrivevano le visite dei ministri di Maria Teresa a Trieste? E sapete che già nel Settecento a Trieste una giovane donna, Maria Maddalena Rattichin, poteva gestire in proprio una attività imprenditoriale e commerciale in tutta autonomia?

La Trieste del Settecento è ampiamente descritta, nei suoi molteplici aspetti, nella mostra Maria Teresa e Trieste. Storie e culture della città e del suo porto e tre componenti del Comitato scientifico ne approfondiranno la narrazione, mercoledì 25 ottobre alle ore 18, al Magazzino delle Idee, in un incontro aperto al pubblico.

Loredana Panariti, Alessandra Marin e Daniele Andreozzi – docenti all’Università degli Studi di Trieste – si confronteranno sulla città, composta da panorami complicati e fluidi, da realtà, miti e spazi in cui donne e uomini hanno progettato e compiuto le traiettorie della loro vita.

Nell’occasione – per chi ancora non l’avesse visitata – sarà possibile effettuare una visita della mostra accompagnati da Alessandra Marin e Daniele Andreozzi a partire dalle ore 17.

Panorami complicati. Donne e uomini negli spazi e nei miti della Trieste teresiana sarà il primo appuntamento di una serie di iniziative che accompagneranno l’apertura della mostra fino a febbraio 2018 e consentiranno di approfondire i temi che vengono affrontati nell’analisi della Trieste Settecentesca e del ruolo di Maria Teresa nella crescita e nello sviluppo della città.

Co-organizzatori


Con la partecipazione di








Sponsor


TOP