Gli eventi organizzati dalla Regione FVG

Con gli occhi rivolti alle terre che fecero parte dell’Impero Austro-Ungarico e seguendo la prospettiva dello sviluppo, dell’integrazione e dei progetti comuni in cui la Regione Friuli Venezia Giulia ha un ruolo internazionale strategico. 

Questo lo spirito del progetto per celebrare i trecento anni dalla nascita di Maria Teresa d’Austria che l’Amministrazione regionale ha costruito intorno ad una serie di eventi che coinvolgono l’Iniziativa Centro Europea - InCE e l’Ente Regionale Patrimonio Culturale - Servizio promozione, valorizzazione e sviluppo del territorio - ERPaC. 

Il 2017 è un anno di approfondimento sul ruolo svolto dall’imperatrice per la crescita di Trieste, sulla modernità che l’ha contraddistinta e sul quadro geopolitico e culturale che da allora si è sviluppato. Un’occasione per riflettere anche sull’area centro-europea e balcanica, sulle criticità dell’attuale contesto internazionale e sul rilancio del processo di allargamento dell’Unione europea per dare nuovo impulso al percorso di integrazione comunitaria. 

Nello specifico, la Regione Friuli Venezia Giulia in collaborazione con l’InCE organizza le celebrazioni di apertura il prossimo 13 maggio con una tavola rotonda, moderata da Tommaso Cerno, che affronterà temi economici, infrastrutturali e politici nel corso della mattinata nel Salone di rappresentanza della Regione in Piazza Unità a Trieste. 

Nel pomeriggio della stessa giornata, alla Stazione Marittima di Trieste, lo storico Paolo Mieli terrà una lectio magistralis, dedicata alla figura di Maria Teresa e all’impatto della sua azione politica sullo sviluppo economico, culturale, amministrativo e urbanistico dell’Impero. 

Il ruolo strategico del Friuli Venezia Giulia nel panorama europeo è testimoniato dall’organizzazione a Trieste del Vertice annuale del Balcani occidentali in programma il 12 luglio con la partecipazione di Bosnia-Erzegovina, Serbia, Montenegro, Kosovo, Macedonia, Albania, degli Stati membri dell'Ue, dell’Alta Rappresentante per la Politica estera e di Sicurezza comune della Ue e di istituzioni finanziarie internazionali, quali la Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo e la Banca europea degli investimenti. Sempre a luglio, nel programma di Villa Manin Estate, verrà inserito un concerto, per il quale si sta definendo la possibilità di una replica a Trieste in collaborazione con il Comune, dedicato a Maria Teresa e a Johann Winckelmann

Sono allo studio altre iniziative a corollario degli eventi principali nella prospettiva dell’apertura della grande mostra intitolata “Maria Teresa e Trieste. Storie e culture della città e del suo porto” che sarà inaugurata il 6 ottobre al Magazzino delle Idee in corso Cavour a Trieste. 

L’esposizione, organizzata da Erpac - Servizio promozione, valorizzazione e sviluppo del territorio , affronterà il tema della nascita della nuova città settecentesca e del suo porto, con l’incremento demografico, le modifiche degli spazi urbanistici, lo sviluppo dei traffici commerciali, il cosmopolitismo, le religioni, l’arte e l’architettura, i personaggi notabili che ne accelerarono la crescita. 

Il 5 ottobre, alla vigilia dell’inaugurazione della mostra, Philippe Daverio terrà una lectio magistralis presso la Stazione Marittima di Trieste. 

Infine, una serie di incontri collaterali alla mostra, organizzati in collaborazione con tutte le istituzioni che promuovono l’anno teresiano (Regione FVG, Comune di Trieste, InCe, Università degli Studi di Trieste, Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio del Friuli Venezia Giulia e Polo Museale, Autorità Portuale di Trieste) si svolgeranno nella Sala conferenze del Magazzino delle Idee. Alcuni di questi incontri, che vedranno impegnati amministratori regionali, attualizzeranno la lezione di Maria Teresa con richiami a temi di governo del Friuli Venezia Giulia. 

Co-organizzatori


Con la partecipazione di








Sponsor


TOP